Corso di recitazione – Terzo anno

RECITAZIONE - TERZO ANNO

Specificità e dettaglio costituiranno il focus del (per) corso di recitazione di terzo anno.
Si acquisiranno gli strumenti per apprendere come cambiare il modo in cui l’altro si sente. Sono strumenti molto delicati, per questo motivo l’accesso al terzo anno avverrà a discrezione degli insegnanti che valuteranno l’effettivo apprendimento dell’allievo fino a quel momento.



Quando andiamo a teatro ad assistere, per esempio, all’Amleto noi rimaniamo colpiti solo se crediamo davvero che il personaggio sia proprio Amleto e, grazie a questo, entriamo completamente nelle sue vicende. Questo avviene quando l’attore, con la propria interpretazione, riesce a cambiare il modo in cui noi, pubblico, ci sentiamo nei suoi confronti.

Il training prosegue l’ultima parte relativa al linguaggio fisico fornendo agli allievi ulteriori strumenti (provenienti dalla contact, la biomeccanica, il teatro-danza) di espressione creativa attraverso il corpo, la parola e le emozioni (prima parte dell’anno).
Molto lavoro sarà dedicato alla pulizia dei movimenti e della parola (dal punto di vista della pronuncia e del ritmo). In particolare verrà dato estremo risalto alla reazione agli impulsi che provengono dalla battuta che ci viene rivolta. Verranno proposti esercizi per sviluppare una reazione agli impulsi DURANTE  la battuta, non alla fine.

Corso di recitazione di terzo annoApprofondiremo ulteriormente la tecnica di recitazione utilizzando con maggior consapevolezza e specificità gli strumenti acquisiti durante gli anni precedenti e integrandoli con tutti quelli che compongono l’improvvisazione per passare, poi, da questa alla scena vera e propria.

In particolare si lavorerà sui seguenti aspetti:

Relazione – si indagherà in maniera molto approfondita l’aspetto relazionale tra i personaggi e come questo cambi la qualità di uno stare in scena sempre teso ad ABITARE spazio e circostanza; verranno proposti esercizi specifici per indagare i vari tipi di relazione sia formale che emotiva.

Stati emotivi – come un personaggio ottiene quello che desidera; l’unico aspetto che rende un personaggio tale è il modo in cui ottiene dall’altro ciò che vuole. Quali stati emotivi utilizza il personaggio e come l’allievo predispone sé stesso affinché VIVA pienamente questi stati emotivi: verranno proposti esercizi specifici per indagare la qualità di uno stato emotivo raggiunto.

A inizio anno l’insegnante concorderà con gli allievi tutte le circostanze emotive legate agli esercizi che durante il percorso si svolgeranno e che porteranno alla completa padronanza dell’improvvisazione. Lo step successivo sarà quello di arrivare alla circostanza data dal testo.

Alla fine del percorso di terzo anno, si allestirà uno spettacolo che verrà presentato presso uno dei teatri convenzionati.

Per tutti coloro che arriveranno alla fine del triennio è previsto un attestato di partecipazione.

RECITAZIONE - PRIMO ANNO

Corso di recitazione di primo anno

RECITAZIONE - SECONDO ANNO

LINGUAGGIO FISICO

Linguaggio fisico

MOVIMENTO E CANTO

Movimento e Canto

CONTACT IMPROVISATION

Contact improvisation

TECNICA VOCALE

Tecnica Vocale