Matteo Carminati – Tecnica Vocale

MATTEO CARMINATI - TECNICA VOCALE

Matteo Carminati

Per contattare l’insegnante: 
matteo@matteocarminati.com

“Da appassionato di teatro, dopo aver lavorato sulla vocalità lirica, mi sono avvicinato quasi per caso al mondo della vocalità attoriale. Ho lavorato con artisti che venivano da accademie, scuole, corsi e in tutti ho riscontrato una buona/ottima preparazione teorica ma nulla conoscenza di cosa il corpo debba fare per produrre una bella voce in teatro.
Per bella intendo ricca di armonici, intellegibile, piena di colori: per ottenere questo risultato ci vuole tecnica e che questa tecnica sia chiaramente compresa e applicata. 
Avendo ciascuno un corpo differente, il lavoro deve essere fortemente personalizzato, comune deve essere il risultato finale a cui aspiriamo: una voce che affascina per la sua bellezza.” – Matteo Carminati

Matteo Carminati si forma nel 1998 presso il Conservatorio di Trento, sezione di Riva del Garda, sotto la guida di Edoardo Strabbioli, diplomandosi in Pianoforte. Ottiene nel 2003 la Laurea in Musicologia presso l’Università degli Studi di Pavia – sede di Cremona – con tesi Boris Godunov, due versioni a confronto: Musorgskij e Šostakovič (relatore Michele Girardi).
In collaborazione con l’Accademia Donizetti di Masate (Mi) apprende il mestiere di pianista accompagnatore collaborando con Pier Miranda Ferraro, Adelina Scarabelli, Maria Luisa Cioni, Gianni Maffeo, Tibère Ruffilli, Corneliu Murgu e Paolo Barbacini. In seguito viene scelto da Pier Miranda Ferraro com collaboratore all’Accademia Lirica Italiana: qui lavora a stretto contatto col regista Antonello Madau Diaz con il quale firma diverse conferenze-concerto sul mondo dell’opera. Grazie a Paolo Barbacini entra in contatto con il mondo del management artistico senza abbandonare il proprio perfezionamento artistico/didattico.

Con riferimento alla sua attività artistica debutta ne La vedova allegra di F. Lehár al Teatro Nuovo di Milano (20, 22 e 23 settembre 07) con Teatro dell’Opera di Milano e in Madama Butterfly di G. Puccini a Cantù (20 settembre 2008, regia di Antonello Madau Diaz). Grazie a queste esperienze decide di  avvicinarsi al mestiere di pianista accompagnatore: la gavetta passa da numerosissimi concerti e dall’accompagnamento di lezioni e concorsi (Concorso Lirico Internazionale “Giannino Zecca” dalla seconda edizione (2010-2012), Concorso Internazionale di Canto Lirico Franca Mattiucci dalla seconda edizione (2012-2014), Concorso Internazionale Gaetano Donizetti (gennaio 2010).

Scopritore ed interprete del repertorio di trascrizioni e fantasie d’opera, le suona in molte occasioni: tra le altre, alla serata di beneficenza presso il Teatro Fraschini di Pavia (28 novembre 2007); alla serata per l’Unità d’Italia al Consolato Generale d’Italia a Parigi (14 dicembre 2011) ed al Musée Carnevalet (4 febbraio 2011) – in duo con l’oboista M. Lombardi; all’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles – in duo con il soprano Jennifer Whennen (20 aprile 2013); per l’Associazione Un salon à Auxerre (8 novembre 2015).

Straordinario successo di pubblico ha ottenuto come interprete e direttore artistico della rassegna Notturni in Accademia presso la prestigiosa Accademia Tadini di Lovere nell’agosto 2008: tra gli appuntamenti spicca la Suite sopra versi di Michelangelo op. 145 di D. Šostakovič in duo con il basso Ambrogio Riva (Primo interprete del ciclo italiano alla Biennale di Venezia nel 1977); una selezione è stata eseguita in diretta per Rai Radio 3 all’interno del programma Piazza Verdi.

Particolarmente legato alla sua città, in collaborazione con MatéTeatro, organizza a Bergamo numerose manifestazioni:

  • Tre lezioni concerto su Traviata, Bohéme e Lucia di Lammermoor presso l’Auditorium della Circoscrizione 2;
  • Partecipazione alla Donizetti Night 2015 organizzata dal Teatro Donizetti di Bergamo: il 20 giugno interviene per presentare la Rita di Donizetti con la Soprano Julia Cubo Rodriguez; la recita dell’opera è andata in scena l’8 luglio 2015 presso il cortile di Palazzo Frizzoni;
  • Conferenza concerto nella casa natale di Donizetti il 23 luglio 2016.

Master Class Estive

E’ stato docente di pianoforte e musica da camera (2007-2014) all’Accademia Internazionale di Lasino dove partecipa regolarmente al Festival Risonanze Armoniche interpretando i capolavori del repertorio cameristico e solistico. Tra i molti successi, si ricordano il Primo Concerto per pianoforte e orchestra di L. v. Beethoven diretto da A. Longhi (Castello del Buonconsiglio), il Quintetto op. 16 di L. v. Beethoven con M. Lombardi, N. Zuccalà, I. Delaiti, A. Lebossé (Sass di Trento), Dichterlieder di R. Schumann con D. Rousselle (Sass), Musica da camera e Captivating Story di A. Ghidoni con E. Dalmaso, A. Longhi, M. Lombardi (Castello del Buonconsiglio), la Sonata op. 120 n. 1 di J. Brahms con F. Renard (Sass), Après une lecture de Dante di F. Liszt (Castello del Buonconsiglio).

Nell’estate 2015 crea una master da lui artisticamente diretta a Joux-la-Ville in Borgogna (Francia) in cui propone:

  • 1er Semaine de Joux-la-Ville ha luogo dall’1 all’8 agosto 2015: proposti un concerto pianistico e due concerti degli artisti partecipanti alla master class;
  • 2éme Semaine de Joux-la-Ville dal 31 luglio al 10 agosto 2016 (proposti Teresa Brambilla, la première Gilda; due concerti degli artisti partecipanti alla master class;  Rita di Gaetano Donizetti;
  • 3éme Semaine de Joux-la-Ville dal 22 al 30 luglio 2017 (proposti Traviata, la dame au Cameliàs, Recital Rossini con Julia Brian, Conferenza-concerto Le regine di Donizetti).

Nel giugno 2013 in collaborazione con Puget Sound Opera tiene la prima master class in Seattle (Stati Uniti d’America) dove ottiene un grande successo e numerosi inviti: qui debutta il suo spettacolo Violetta, la signora delle camelie rappresentato al Columbia City Theatre. Nel novembre 2014 compie il primo viaggio in Russia, a Smolensk: qui tiene un concerto applauditissimo nella Sala Filarmonica (in duo con il soprano Liuba Federova) e una master class altrettanto apprezzata presso il Conservatorio della città. A Bruxelles è attivo con master-classes presso lo spazio LiebeArte nella stagione 2013/14 e ritornerà nella Stagione 2015/16 presso la scuole di Alexander Swinstounoff.

Incuriosito dal teatro di prosa, collabora nell’ideazione, creazione e realizzazione di molti spettacoli. Con Teatro Lavori in Corso di Bergamo presenta Il delitto Matteotti (Rocca di Bergamo Alta, 1 e 2 settembre 2006) e Gli Emigranti (Piccolo Teatro Verdi di Bonate Sopra); con Teatro dell’Opera di Milano crea Cabaret Futurista (Palazzina Liberty di Milano); con Théâtre Français de Milan firma Paroles aux Femmes (Teatro Litta di Milano; Teatro dei Filodrammatici di Milano; Nuovostudiofoce di Lugano; Conservatorio di Milano, Sala Puccini); con Teatro dell’Allodola di Como propone Dinamismi con Valentina Ferrari e Mariangela Sicilia; con Studionovecento di Milano crea Il sole nella pioggia, spettacolo-concerto su Fryderyc Chopin su testo di Marco Pernich (Teatro di Rzesźow, Polonia e Spazio Teatro 89 di Milano), Gli Scavalcamontagne con Marco Pernich e Stefania Lo Russo (Théâtre 145 di Grenoble), Genesi, dove esegue in trio Histoire du soldat di Stravinskij – con L. Cella et F. Busetto Datto – (Teatro Oscar di Milano; Teatro Stabile Sloveno di Trieste; Teatro Lo Spazio di Roma; Teatro alle Colonne di Milano).

A Parigi è attivo dal settembre 2011 in qualità di didatta e concertista: per incentivare la creazione di spettacoli si convince a creare un’associazione di cui assume la direzione artistica: Ad Alta Voce – L’Opéra dans la tradition Italienne viene creata nel giugno 2013.

  • Recital con il soprano J. Whennen il 1 luglio 2014 all’Auditorium della Cité Internationale des Arts – Parigi;
  • Violetta, la dame aux Camelias:
  1. Auditorium de la Cité des Arts a Parigi 11 aprile 2015 (con J. Whennen, P. Gaugler, F. Cornille);
  2. Cellule 133 a Bruxelles 18 aprile 2015 (con J. Knecht, P. Gaugler, F. Cornille);
  3. Théâtre des Franciscains a Béziers il 29 novembre 2015 (con C. Arbel, F. Lopez, F. Cornille);
  • Armando Ghidoni, Autoportrait a Parigi, maison d’Italie della Cité Universitaire, 11 aprile 2016 (con M. Lombardi, E. Dalmaso, A. Longhi, S. Palazzo).
  • Carmen, hymne a la liberté
  1. Théâtre des Franciscains a Béziers il 19 maggio 2016 (con C. Bourgeois, F. Lopez, C. Arbel, F. Cornille, N. Verdù);
  2. Les Vendredis Classiques du Caunes-Minervois il 29 luglio 2016 (con C. Bourgeois, F. Lopez, C. Arbel, F. Cornille, N. Verdù).
  • Primo Concorso Lirico Internazionale Ad Alta Voce Cité des Arts, Paris 25 & 26 luglio 2016.

Intensa l’attività di divulgatore che l’ha visto protagonista di conferenze sul mondo della musica presso biblioteche ed enti privati: tra le altre, relatore del Corso di Storia del Balletto dal 2009 presso la Dragan University di Milano e protagonista di Cento Milano accanto al poeta Franco Loi.