Recitazione cinematografica

corso di Recitazione cinematografica

«Il cinema riflette meglio di qualunque altra cosa il sistema che ci domina, i sentimenti delle persone: tutti i sentimenti, quelli buoni e quelli cattivi. E’ solo con il cinema che hai davvero la possibilità di capire a che punto sei arrivato.»
John Cassavetes
–John Cassavetes (1929-1989)
Attore, Regista e Insegnante di Recitazione

Essere un attore è una grande responsabilità. Un attore deve parlare per chi è in silenzio, per chi non può farlo. Deve essere in grado di produrre creativamente un nuovo essere umano che non è completamente l’attore stesso e nemmeno il personaggio, ma un terzo individuo dotato di un corpo, di una voce, di un istinto, di una storia che appartengono interamente a lui. L’attore esiste per dargli vita. E’ al suo servizio. Quando scompare l’ego, emerge un’anima nuova.

Non bisogna dimenticare che il cinema è, però, anche un’industria con dei tempi, delle necessità, degli obiettivi molto precisi. L’attore ha il compito di svolgere la propria arte al servizio di un regista che ha una visione e che sceglie l’attore perché lo aiuti a mostrarla al mondo.


Il (per) corso di Recitazione Cinematografica Anime Sceniche si articola in un biennio e prevede un training articolato e mirato a portare l’allievo attore ad acquisire solide basi per la Recitazione e tutte quelle competenze necessarie per il lavoro sul set. Questo significa essere consapevoli delle attività di tutti quei professionisti che operano su un set cinematografico, ognuno con le proprie specificità.

Il percorso biennale.

– Il primo anno è volto allo studio e apprendimento di tecniche di rilassamento, concentrazione, movimento e consapevolezza del proprio corpo che sono alla base della recitazione. Gli allievi attori impareranno diverse tecniche sviluppate da grandi maestri internazionali (Stella Adler, Susan Batson, Steven Book per citarne alcuni), in modo da avere un’ampia gamma di attrezzi a cui attingere ogni volta che dovranno affrontare un personaggio ed i suoi obiettivi.

Si inizierà anche a lavorare su scene e monologhi tratti da film e tutto il lavoro verrà ripreso da una telecamera e condiviso con tutto il gruppo di lavoro.

Questa prima fase del percorso è volto alla creazione di solide basi che devono essere fatte proprie in modo da poter proseguire il percorso con il secondo anno di lavoro.

– Il secondo anno prevede in intenso lavoro che vedrà gli allievi impegnati nello sviluppo di un cortometraggio che sarà girato a fine anno.

Volendo formare degli attori in grado di lavorare sui set, il secondo anno inizierà da subito con lo sviluppo di un cortometraggio che verrà poi girato a fine anno. Gli studenti, guidati dall’insegnante, si dedicheranno all’ideazione del corto sviluppando personaggi e sceneggiatura. 

Nell’arco dell’anno verranno inoltre organizzati degli incontri con professionisti del settore (agenti, direttori casting, registi, scenografi, costumisti) che aiuteranno gli studenti ad avere una più chiara comprensione del reale mondo del lavoro.
Saranno inoltre incluse lezioni dedicate al momento del casting: come prepararsi per un provino, come affrontare un “cold reading” e come esercitarsi per provini in lingua inglese.

Attenzione: è obbligatorio seguire entro la fine del secondo anno un corso di Dizione e public speaking.

Per informazioni:
Mail: animesceniche@animesceniche.it
Tel.: 02.35990527